Carie da biberon

La carie da biberon

Cos’è la carie da biberon?

È la carie indotta da un uso scorretto del biberon (viene chiamata anche sindrome da biberon). Riguarda la fascia dei bambini di età compresa fra 1 e 4 anni.

I fattori che danno origine a questa sindrome sono:

  • un prolungato allattamento al seno (sia come numero di ore al giorno, sia come numero di mesi);
  • l’uso di biberon o ciucci con prodotti zuccherati;
  • la non corretta attenzione all’igiene orale dopo l’uso di questi accessori.

L’azione degli zuccheri in bocca, specialmente quando biberon e ciuccio vengo usati di notte per tenere tranquillo il bambino, favorisce lo sviluppo di microrganismi responsabili della demineralizzazione dello smalto dei denti da latte e del formarsi della carie. Quest’ultima colpirà per primi gli incisivi mascellari centrali e laterali, per poi propagarsi agli altri denti.

Non vanno sottovalutate le conseguenze dovute ad abitudine scorrette nell’ambito famigliare, quali l’assaggio da parte della madre del biberon o la condivisione delle posate. Tutto ciò favorisce la trasmissione degli agenti cariogeni.

Se il processo carioso non è controllato e si deve procedere ad estrazioni, si hanno complicanze di notevole importanza.

È quindi necessario prendere consapevolezza della sindrome da biberon per poter agire correttamente sulla prevenzione, coinvolgendo in ciò i genitori, ai quali va insegnato cosa fare e cosa non fare, nell’interesse di un’armoniosa e sana crescita dei denti dei loro bambini.

Kroll e Stone hanno trovato una correlazione tra la presenza di Sindrome da Biberon e il tempo in cui il piccolo paziente dorme con il biberon in bocca. Infatti essi hanno constatato che la diffusione continua di liquidi zuccherati sulle superfici dei denti nelle ore notturne con flusso salivare ridotto crea l’ambiente ideale per lo sviluppo di microrganismi acidogeni responsabili della demineralizzazione dello smalto.

 

Lascia un commento